Alcoltest: e se rifiuto di farmi fare le analisi?

Il rifiuto di sottoscrivere il modulo di consenso informato all’accertamento del tasso alcolemico mediante prelievo ematico in ambito ospedaliero costituisce comportamento del tutto analogo al rifiuto all’alcoltest.

E’ quanto emerge dalla sentenza della Quarta Sezione Penale della Corte di Cassazione del 27 febbraio 2017, n. 9391.

Nell’ambito dei controlli stradali, o anche in seguito ad incidente, l’eventuale prelievo venoso indirizzato all’accertamento dell’alcol nel sangue, è trattamento sanitario e come tale non può essere imposto.

Conseguentemente, il rifiuto di sottoporsi a tale accertamento (anche mediante il rifiuto di sottoscrivere il consenso informato, come nel caso in esame) integra l’ipotesi delittuosa specifica prevista dal 186 C.d.S.